Risparmiare l'acqua nei lavaggi

Risparmiare acqua nei lavaggi in lavatrice

Durante i cicli di lavaggio della vostra lavatrice, risparmiare acqua è possibile grazie all’ozonizzatore di Cleanstart, che permette lavaggi più rapidi, anche a temperature basse e un bucato perfetto e igienizzato.

Indice:

La lavatrice: alti consumi e poco risparmio di acqua

La lavatrice è un elettrodomestico divenuto comune e di uso quotidiano, indispensabile per il bucato di famiglie numerose e non, che tuttavia porta ad alti consumi di acqua.

Quando si procede all’acquisto di una lavatrice è consigliabile tenere conto dell’etichetta indicante la classe di efficienza energetica di appartenenza, dalla più alta che consente minori consumi la A+++ alla meno efficiente la classe D, e il consumo idrico annuo.

Considerando un apparecchio di classe A con potenza di 2000 Watt, usato 4 volte a settimana alla temperatura media di 60°C, si avrà un consumo di 300KWh pari a poco meno di 100 euro l’anno.

Il consumo energetico e il consumo di acqua sono proporzionali, risparmiare acqua farà sì che si risparmi proporzionalmente anche più energia.

 Risparmi acqua lavatrice

Conoscere il consumo per risparmiare acqua

Il consumo di acqua della lavatrice in litri annuo è indicato nella tabella della classe energetica.

E’ un valore approssimativo ottenuto da un numero fisso di lavaggi, di solito 200 o 220, con lo stesso programma, quello del cotone ad una temperatura media di 60°C.

Ecco alcune considerazioni utili per conoscere il consumo medio di una lavatrice:

  • Maggiore è il carico e maggiore sarà il consumo idrico;
  • le basse temperature permettono risparmi più alti;
  • l’uso di un programma anziché un altro, così come l’assenza di centrifuga possono determinare importanti variazioni.

Considerando queste variabili si può dire che consumo medio annuo d’acqua di una lavatrice è di 40 litri. Vediamo ora come fare a risparmiare acqua!

 Consigli su come risparmiare acqua

Come risparmiare acqua durante i lavaggi

Durante i cicli di lavaggio è possibile risparmiare acqua con qualche piccolo accorgimento domestico quotidiano.

  • Leggere con attenzione le etichette dei capi in modo da lavare sempre alle giuste temperature;
  • dosare il detersivo in base alla durezza dell’acqua e alla quantità di bucato da lavare,
  • lavare sempre a carico pieno e separare sempre i bianchi dai colorati;
  • il prelavaggio è un programma da evitare, utile solo se il bucato ha un grado di sporco elevato;
  • ricordarsi di tirare subito fuori i panni dopo il lavaggio;
  • controllare sempre che il rubinetto dell’acqua sia chiuso bene e non ci siano perdite.

Salvo indumenti o tovagliati con macchie difficili che richiedono una gradazione più elevata,  è consigliabile l’uso dell’acqua fredda che preserva il capo e la lavatrice.

Un uso eccessivo del detergente poi comporterà un maggior spreco idrico e d’inquinamento.

Lavare capi bianchi e colorati assieme farà sì che si consumi di meno rispetto a fare cicli di lavaggio separati che spesso sono a mezzo carico.

Una valida alternativa al prelavaggio consiste nell’ avviare un ciclo a freddo per dieci minuti, spegnere e lasciare in ammollo per almeno un’ora per poi proseguire con il lavaggio. In questo modo si otterrà lo stesso effetto del prelavaggio risparmiando acqua.

Infine togliere i panni appena terminato il lavaggio è una buona abitudine per risparmiare acqua: non far prendere ai panni un odore sgradevole eviterà di costringerci a effettuare un altro inutile lavaggio.

 Risparmiare acqua con l'ozonizzatore

Risparmiare con l’ozonizzatore Cleanstart

L’alternativa a tutti questi accorgimenti per risparmiare acqua durante i cicli di lavaggio, è l’uso dell’ozonizzatore domestico Cleanstart.

Questo dispositivo innovativo consente un bucato perfetto e igienizzato come quello degli alberghi di lusso o delle lavanderie industriali.

Cleanstart, collegato a qualsiasi modello di lavatrice, rilascia in maniera controllata dell’ozono all’interno dell’acqua di lavaggio, eliminando anche lo sporco più insidioso in modo naturale senza additivi aggiunti.

Questo innovativo metodo di lavaggio domestico consente di non dover più dipendere da detersivi, ammorbidenti e additivi chimici, riducendo l’impatto ambientale e i problemi d’irritazione alla pelle spesso associati.

I tempi di lavaggio si riducono sensibilmente rispetto ai lavaggi normali, indipendentemente dalla classe energetica della lavatrice. Inoltre il funzionamento a freddo non attiva le resistenze, e ciò si traduce in un notevole risparmio di acqua, di energia e di soldi.

La lavatrice così lavora sempre a pieno carico, e separare i bianchi dai colorati non è più necessario per avere un bucato impeccabile.
L’ozonizzatore Cleanstart è la soluzione ideale per risparmiare acqua e per risparmiare sulle bollette.