Quanta acqua consuma una lavatrice?

quanta acqua consuma una lavatrice

Indice

Quanta acqua consuma una lavatrice?

Scopriamo quanta acqua consuma una lavatrice, l’elettrodomestico più usato, più amato e indispensabile per avere un bucato sempre fresco, pulito ed igienizzato. Oggigiorno è praticamente impossibile vivere senza.

Che impatto ha sull’ambiente e sull’inquinamento? Una lavatrice utilizzata nella maniera tradizionale consuma tanto, troppo. Basti pensare ai detersivi, all’ energia elettrica e all’acqua, che viene impiegata in gran quantità. Si anche l’acqua, l’elemento vitale per eccellenza, viene utilizzata in maniera spropositata da questo elettrodomestico.

Perché è importante sapere quanta acqua consuma una lavatrice?

L’importanza dell’acqua risiede nel fatto che è la risorsa alla base di tutte le forme vitali, senza l’acqua non avrebbe avuto origine neanche il Pianeta Terra.

Il deficit idrico è il primo problema ambientale insieme all’inquinamento, una criticità a cui è possibile porre rimedio solo attraverso comportamenti virtuosi che siano in grado di ridurre lo spreco di acqua. Come? Usandone di meno e ottimizzandone l’utilizzo, modificando quindi le nostre piccole abitudini quotidiane.

Ma andiamo con ordine, analizzando con attenzione prima i consumi medi d’acqua della lavatrice e successivamente svelandovi come è possibile ridurre tutti questi sprechi.

Quanta elettricità consuma una lavatrice?

Come tutti gli elettrodomestici anche la lavatrice consuma di più in determinate circostanze.
In generale si può notare un aumento dei consumi negli elettrodomestici che producono calore: la lavatrice produce acqua calda (dunque calore) e non rappresenta un’eccezione rispetto agli altri. Pertanto, maggiore sarà il calore sprigionato dalla resistenza della lavatrice, maggiore sarà lo spreco di energia elettrica.

Basti pensare che un ciclo di lavaggio a 90° costa il 65% in più rispetto ad un ciclo a 60° e circa il doppio rispetto ad ciclo a 40°.
Inoltre, semplicemente riducendo la temperatura dell’acqua utilizzando un ciclo a 40° invece che un ciclo a 60°, si ha un risparmio del 30%.

Alla luce di tutto questo, e oltre ai costi “fissi” per ogni lavaggio dovuti all’impiego di detersivo e ammorbidente, il dato che emerge è che il consumo di una lavatrice varia molto in base alla temperatura di lavaggio. Maggiore è l’uso e l’impiego della resistenza elettrica, maggiori saranno i costi.

Come risparmiare acqua, detersivo ed energia elettrica con la lavatrice

Un rimedio per risparmiare sulla bolletta, ridurre l’inquinamento prodotto dall’uso eccessivo di detergenti e risparmiare sul consumo di acqua, avendo un bucato ancora più pulito, esiste ed ha un nome: CLEANSTART.

CLEANSTART è un ozonizzatore domestico che ossidando l’acqua della lavatrice la trasforma in un eccezionale detersivo naturale. Attraverso dei rilasci controllati di ozono nell’acqua, questo generatore di ozono agisce direttamente sulle fibre di tessuto, disinfettandole e donandoti un bucato pulito, perfetto e naturale.

I benefici di questo ozonizzatore domestico sono tantissimi:

  • Riduzione del consumo di energia elettrica:

    Infatti CLEANSTART utilizza esclusivamente acqua fredda, riducendo l’impiego della resistenza della lavatrice e riducendo anche i tempi di lavaggio (duplice risparmio energetico);

  • La riduzione o l’eliminazione dei detergenti nel bucato di casa:

    Utilizzando solo l’ozono come agente naturale, consente un risparmio nell’acquisto di detersivi e rispetto per l’ambiente;

  • Eliminare detergenti e ammorbidenti dai cicli standard di lavaggio della lavatrice

    Evita i fastidi e le irritazioni della pelle causati da questi prodotti chimici;

  • I lavaggi con l’ozono garantiscono maggior longevità della lavatrice e dei capi.

    CLEANSTART rallenta il deterioramento della resistenza per riscaldare l’acqua, i cicli di lavaggio si riducono e i capi, non entrando a contatto con prodotti chimici durano più a lungo;

  • CLEANSTART è compatibile con tutti i modelli di lavatrice

    è facile e velocissimo da installare e non richiede opere murali.

Come fare la lavatrice risparmiando acqua ed elettricità con CLEANSTART?

Risparmi incredibili, lavaggi perfetti, rispetto per l’ambiente, lavatrice e capi che durano più a lungo ma….. come fare il bucato con CLEANSTART?

Semplicissimo, basta collegare il dispositivo alla lavatrice ed utilizzare la stessa come sempre, facendo partire un ciclo di lavaggio breve con acqua fredda senza aggiungere ne detersivo ne ammorbidente.

Il risparmio annuale stimato per una famiglia media è più del 50%!!!

risparmia 650 euro sul bucato

CLEANSTART trasforma l’acqua in ossigeno attivo tramite il rilascio di quantità controllate di ozono. L’ossigeno disinfetta e rispetta i tessuti esaltando sia capi bianchi sia colorati, neutralizza inoltre gli odori evitando di ritrovarvi con un bucato non pulito e maleodorante.

Un bucato perfetto ad un costo inferiore rispetto a quello di una lampadina.
CLEANSTART, un nuovo modo di fare il bucato in lavatrice, un modo innovativo rivolto al risparmio e al rispetto dell’ambiente.

Compila il form per ulteriori informazioni

Risparmio medio annuale di 600€ di energia e detergenti

Subito in REGALO la guida per risparmiare sulla lavatrice
Nome e Cognome (richiesto) Email (richiesto)
Numero di telefono (richiesto) Provincia (*)

Autorizzo il trattamento dei miei dati ai sensi della legge 196/2003 Privacy (*)

(*) Campi obbligatori

 

Our Reader Score
[Total: 0 Average: 0]