Bucato bianco che diventa rosa

Bucato bianco diventato rosa

Bucato bianco diventato rosa per via delle alte temperature? Un caso che si verifica molto spesso, anche a causa di banali distrazioni.

Esiste un sistema che permette di mettere capi bianchi e colorati in un unico ciclo di lavaggio, senza temere di rovinarli?

La risposta a queste domande porta il nome di Cleanstart, ovvero l’unico ozonizzatore per uso domestico che oltre a rispettare il bucato permette di lavare bianchi e colorati assieme, sanificandoli utilizzando la semplice acqua fredda.

Indice:

Bucato bianco diventato rosa: un problema molto diffuso

Il bucato bianco diventato rosa capita non solo a chi è sbadato e a coloro poco pratici con i vari programmi della lavatrice, ma anche alle donne più esperte, alle vere maestre del bucato.

Basta un semplice calzino rosso aggrovigliato fra gli asciugamani perché la candida biancheria si trasformi, assumendo un’imbarazzante colorazione rosa per via delle alte temperature.

Il problema diventa piuttosto importante quando la biancheria incriminata è di pregio, come nel caso di lenzuola ricamate, delle tende in lino o dei capi griffati.

In questi casi non c’è nulla che possa rimediare allo spiacevole episodio. Tuttavia esiste un sistema che può efficacemente prevenire questo genere d’incidenti domestici.

Si tratta di una soluzione ecologica che permette di superare con successo il classico episodio del bucato bianco diventato rosa.

Il problema del bucato bianco che diventa rosa

Bucato bianco diventato rosa: come evitarlo?

Bucato bianco diventato rosa diventa solo un lontano ricordo per coloro che hanno già scelto la soluzione innovativa ed intelligente chiamata Cleanstart.

Si tratta di un’ozonizzatore pensato per le famiglie e che permette evitare scolorimenti e di ottenere un bucato completamente sanificato.

Il design discreto e il funzionamento molto semplice sono i primi punti di forza di Cleanstart.

Questo ozonizzatore, infatti, si presenta come una semplice scatoletta, per nulla ingombrante, che durante il lavaggio dei capi in lavatrice rilascia l’ossigeno attivo.

Cleanstart si può usare:

      • con qualsiasi modello di lavatrice;
      • a basse temperature;
      • durante i programmi brevi.

Questo significa che nello stesso ciclo è possibile mettere bianchi e colorati assieme, sconfiggendo a monte il problema del bucato bianco diventato rosa.

Bucato bianco diventato rosa non sarà più un errore

L’errore del bucato bianco diventato rosa non avverrà più scegliendo l’ozonizzatore domestico, ma le funzionalità di Cleanstart sono molto più ampie di così.

Oltre a garantire risultati impeccabili su bianchi e colorati inseriti assieme nello stesso ciclo, permette di ottenere una pulizia a regola d’arte.

Capita che bianchi e colorati non vengano puliti come desideriamo dopo un ciclo di lavaggio in lavatrice.

Spesso trattengono l’odore troppo forte di detergenti chimici specifici, che non solo inquinano, ma possono anche generare la comparsa di allergie, in quanto troppo aggressivi.

Oppure può succedere che i cattivi odori presenti sui capi non se ne vadano del tutto, rendendoci insoddisfatti.

Attraverso l’uso di Cleanstart si evitano i problemi di bucato.

L’ossigeno attivo rilasciato da Cleanstart penetra fra i tessuti eliminando:

      • le contaminazioni organiche e inorganiche contenute nell’acqua;
      • batteri, virus, spore e sostanze nocive;
      • i cattivi odori;
      • le macchie ordinarie.

I vantaggi sono particolarmente apprezzati da coloro che soffrono di allergie, hanno animali domestici o bambini.

Cleanstart permette di ottenere facilmente un bucato igienizzato e di annullare il problema del bucato bianco diventato rosa.

 

Basta bucato rosa con l'ozonizzatore domestico

Bucato bianco diventato rosa, scegli Cleanstart!

Per rimediare al bucato bianco diventato rosa scegli l’ozonizzatore domestico Cleanstart.

Diversamente dai numerosi sistemi presenti in commercio, Cleanstart è l’unico che agisce a basse temperature e con cicli di lavaggio brevi.

Quindi non è più necessario usare detersivi aggressivi, programmare con cicli lunghi e 60° C. Basta un semplice lavaggio di 30 minuti in acqua fredda.

Tutto questo si traduce in un risparmio considerevole dal punto di vista energetico e idrico. Inoltre non sarà più necessario affrontare i costi dei detersivi.

Infine, si parla tanto di amore e rispetto per la natura. Allora, oltre a mettere finalmente d’accordo capi bianchi e colorati nello stesso lavaggio, perché non iniziare a fare qualcosa di veramente sostenibile?

Si ricorda che il lavaggio in lavatrice con l’ozonizzatore originale Cleanstart è il solo che rispetta l’uomo e che strizza l’occhio all’ambiente, mettendo la parola fine al problema del bucato bianco diventato rosa.